Ultima modifica: 10 ottobre 2018
Home > Circolari > Percorso annuale FIT

Percorso annuale FIT

Per i docenti del percorso annuale FIT.

Ai docenti del percorso annuale FIT
Ai tutor dei docenti del percorso annuale FIT
Ai docenti membri del Comitato di Valutazione

 

Oggetto: Percorso annuale FIT.

 

 A) PREMESSA

Il percorso annuale di formazione FIT è disciplinato dal Decreto del Ministro dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca del 14 dicembre 2017, n. 984 e ai sensi dell’art.13 comma 1 del D.lgs. n. 59/2017, assolve agli obblighi del periodo di prova di cui all’articolo n. 438 del decreto legislativo del 16 aprile 1994, n.297, nel rispetto del vincolo di cui all’articolo 1, comma 116, della legge 13 luglio 2015, n.107.

 

B) STRUTTURA DEL PERCORSO ANNUALE FIT

Il percorso annuale FIT assolve alla finalità di verificare le competenze professionali del docente, osservate nell’azione didattica svolta nelle classi e nelle attività ad essa preordinate e ad essa strumentali, nonché nell’ambito delle dinamiche organizzative dell’istituzione scolastica sede di servizio.

Pertanto, l’anno di percorso diventa:

  1. un’esperienza didattica e culturale da “confrontare”, innanzitutto, col docente tutor, soprattutto con riguardo alle competenze relazionali che rendono il lavoro collegiale efficace e produttivo e che assicurano un’equilibrata gestione dei rapporti personali; un’esperienza didattico/relazionale in classe, che non è tra pari, che è guidata dai principi deontologici e che richiede un’attenta e matura capacità di tenuta, solida ed insieme tollerante, nella consapevolezza che non si acquisisce, questa capacità, una volta per tutte;
  2. un’opportunità per selezionare fonti, dove attingere oggetti culturali per l’autoformazione continua, ma anche per approfondire e rielaborare i contenuti delle Indicazioni Nazionali, da tradurre in attività educative;
  3. un’occasione per avviare un circolo virtuoso tra competenze personali ed esperienze didattiche, secondo la modalità della ricerca-azione, facendosi carico dei processi attivati e dei risultati raggiunti, secondo una progettualità che comprenda l’aspetto organizzativo del curricolo previsto per le proprie classi; un’occasione per provare a se stessi, di saper generare apprendimenti tramite strategie e strumenti adeguati, diversi e mirati alle varie situazioni di insegnamento/apprendimento; un’occasione per passare dal “sapere” al “saper insegnare”, misurandosi con i bisogni formativi degli alunni, concretamente rilevati;
  4. un luogo nel quale percepirsi come componente di un’organizzazione che apprende e nella quale si apprende ad organizzare ed assicurare il proprio contributo al sistema/Istituto di appartenenza, dato che nella scuola non si pratica alcuna attività “isolatamente” dalle altre, ma le diverse azioni, anche comportamentali, si intersecano in un modello a rete, senza una sequenza lineare, predefinita;
  5. un’occasione per potenziare le proprie competenze digitali.

Gli adempimenti previsti dal D.M. 984/2017 per i docenti ammessi al percorso annuale di formazione sono i seguenti:

  • svolgimento di almeno 180 di servizio effettivamente prestato, dei quali almeno 120 giorni per l’attività didattica;
  • redazione della progettazione didattica annuale con l’assistenza del tutor;
  • elaborazione di un progetto di ricerca-azione;
  • verifiche in itinere, a cui sono dedicate almeno 24 ore;
  • predisposizione del portfolio professionale, comprensivo del bilancio di competenze iniziale e finale e del piano di sviluppo professionale;
  • valutazione finale, a seguito di un colloquio con la Commissione di valutazione.

Si precisa che il progetto di ricerca-azione è predisposto in riferimento a:

  • analisi dei bisogni e delle esigenze di istruzione, formative ed educative sulla base dell’analisi del contesto scolastico;
  • individuazione degli obiettivi e dei risultati di apprendimento, formativi ed educativi;
  • pianificazione delle attività, dell’ambiente di apprendimento, della gestione del gruppo, delle scelte didattiche e degli strumenti in coerenza con assunti e teorie sul processo di insegnamento-apprendimento;
  • realizzazione dell’attività progettata;
  • osservazione delle azioni e individuazione degli strumenti per monitorare in itinere e alla fine del processo di apprendimento;
  • documentazione e riflessione professionale in relazione al percorso e alla valutazione dei risultati.

Il progetto è proposto dal docente e dal tutor al dirigente scolastico e il contenuto deve essere coerente con l’assegnazione del docente alle classi, con le attività didattiche e con il PTOF della scuola, in particolare al curricolo della scuola stessa, oltre che con le Indicazioni nazionali per il primo ciclo.

Le verifiche in itinere prevedono attività di osservazione in classe a cura del tutor per almeno 24 ore, finalizzate al miglioramento delle pratiche didattiche e alla riflessione condivisa sugli aspetti salienti dell’azione di insegnamento. Le osservazioni sono focalizzate su:

– modalità di conduzione delle attività di insegnamento;

– sostegno alle motivazioni degli allievi;

– costruzione di climi positivi e motivanti;

– modalità di verifica formativa degli apprendimenti.

Le sequenze di osservazione sono oggetto di progettazione preventiva e di successivo confronto e rielaborazione con il tutor e sono oggetto di specifica relazione del docente partecipante al percorso annuale.

Il portfolio professionale predisposto del docente, in formato digitale, dovrà contenere:

  1. il curriculum formativo e professionale;
  2. il bilancio delle competenze, da redigersi all’inizio e al termine del percorso;
  3. la progettazione didattica annuale;
  4. il progetto di ricerca-azione;
  5. il piano di sviluppo professionale.

Sul sito dell’Indire sarà disponibile entro il mese di novembre una sezione dedicata cui avranno accesso i docenti che frequentano il percorso annuale di formazione.

 

C) ADEMPIMENTI DELLA SCUOLA

Gli adempimenti previsti per le istituzioni scolastiche che accolgono i docenti ammessi al percorso annuale di formazione sono i seguenti:

  • assegnazione del tutor;
  • istituzione della Commissione di valutazione, presieduta dal Dirigente scolastico e composta da tre docenti, di cui due scelti dal collegio dei docenti e uno dal consiglio di istituto, e dal docente tutor;
  • presentazione da parte del dirigente scolastico di una relazione per ogni docente, comprensiva della documentazione delle attività di formazione, delle forme di tutoring, e di ogni altro elemento informativo o evidenza utile all’espressione del parere;
  • trasmissione, da parte del dirigente scolastico, alla Commissione della documentazione contenuta nel portfolio professionale del docente, almeno cinque giorni prima della data fissata per il colloquio.

L’esame di valutazione consiste in un colloquio con la Commissione, relativo alle attività svolte nell’ambito del percorso annuale. La Commissione, ai fini della valutazione, si avvale altresì della documentazione contenuta nel portfolio professionale, trasmesso dal dirigente scolastico alla Commissione stessa almeno cinque giorni prima della data fissata per il colloquio. All’esito del colloquio, la Commissione si riunisce per l’espressione del parere secondo quanto previsto dall’art.10 comma 5 del D.M. 984/2017.

 

D) TUTOR

Il docente è assistito da un docente esperto o tutor.

Il tutor accoglie il docente nella comunità professionale, favorisce la sua partecipazione ai diversi momenti della vita collegiale della scuola ed esercita ogni utile forma di ascolto, consulenza e collaborazione per migliorare la qualità e l’efficacia dell’insegnamento. La funzione di tutor si esplica altresì nella predisposizione di momenti di reciproca osservazione in classe. La collaborazione può esplicarsi anche nell’elaborazione, sperimentazione, validazione di risorse didattiche e unità di apprendimento.

Il tutor deve pertanto attivarsi al fine del perseguimento dei seguenti obiettivi: a) accogliere, accompagnare, sostenere e guidare il collega neoassunto ad assumere il proprio ruolo all’interno della Scuola, quindi ad essere consapevole dei doveri e dei diritti dell’insegnante e delle problematiche organizzative, didattiche e disciplinari; b) costruire con il docente il progetto di ricerca-azione; c) favorire la cultura della cooperazione, della progettualità e della collegialità come risorse; d) sostenere il docente nella progettazione educativa e didattica, nella predisposizione di strumenti di verifica, di valutazione e di autovalutazione; e) facilitare i rapporti interni ed esterni all’Istituto e favorire l’accesso all’informazione, anche mediante le tecnologie multimediali.

 

In attesa dell’apertura della piattaforma INDIRE, i docenti con percorso annuale FIT possono già lavorare sul bilancio delle competenze. A tal fine si allega la versione dell’INDIRE dello scorso anno diretta ai docenti neoassunti in anno di prova.

 

E) ALLEGATI

Si allegano:

  • D.lgs. n. 59/2017: “Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107”.
  • D.M n. 984 del 14/12/2017 “Procedure e criteri per le modalità di verifica degli standard professionali in itinere e finale, incluse l’osservazione sul campo, la definizione della struttura del bilancio delle competenze e del portfolio professionale del personale docente, ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59”.
  • Nota del MIUR prot. n. 41693 del 21/09/2018 “Percorso annuale FIT di cui all’art.17 comma 5 del Dlgs.59/2017”.
  • Versione testuale di INDIRE sul Bilancio iniziale delle competenze dello scorso anno diretta ai docenti neoassunti in anno di prova.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Stefano EMPILLI

c62_docenti_con_percorso_fit_2018-19.pdf.pades
Titolo: c62_docenti_con_percorso_fit_2018-19.pdf.pades (0 click)
Etichetta:
Filename: c62_docenti_con_percorso_fit_2018-19-pdf-pades.pdf
Dimensione: 317 KB

c62_D.Lgs.n.59_13aprile2017_GU
Titolo: c62_D.Lgs.n.59_13aprile2017_GU (0 click)
Etichetta:
Filename: c62_d-lgs-n-59_13aprile2017_gu.pdf
Dimensione: 593 KB

c62_DM_984_14-12-2017
Titolo: c62_DM_984_14-12-2017 (0 click)
Etichetta:
Filename: c62_dm_984_14-12-2017.pdf
Dimensione: 1 MB

c62_nota_MIUR_41693_21-09-2018
Titolo: c62_nota_MIUR_41693_21-09-2018 (0 click)
Etichetta:
Filename: c62_nota_miur_41693_21-09-2018.pdf
Dimensione: 279 KB

c62_bilancio_iniziale
Titolo: c62_bilancio_iniziale (0 click)
Etichetta:
Filename: c62_bilancio_iniziale.docx
Dimensione: 69 KB




I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Nel rispetto del provvedimento emanato in data 8 Maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per migliorare la vostra navigazione e per effettuare analisi statistiche anonime, questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, ma consente l’invio di cookie di terze parti. Accettando quanto indicato nella barra in basso, si presta il consenso all’uso dei cookie. Potete disattivare i cookie dal vostro browser. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione: Informativa estesa sui cookies

Chiudi